martedì 29 settembre 2009

SkyWatcher Newton 250 Black Diamond

La SkyWatcher ha recentemente lanciato sul mercato una nuova serie di strumenti , ribattezzati come Black Diamond. Di questa nuova serie Black Diamond si possono trovare i rifrattori da 80 mm a 120 mm tutti Apocromatici , i Maksutov da 150 e 180 mm , i Newton da 200 , 250 e 300 mm ed il Mak-Newton da 190 mm.
Ho avuto modo già di provare il Mak-Newton da 190 e l’ho trovato otticamente ottimo , ora ho acquistato da poco il newton da 250 mm .
Lo Skywatcher Black Diamond 250 è uno strumento in configurazione Newton con focale di 1200mm. f.4,8 dedicato all'osservazione e alla ripresa degli oggetti del profondo cielo, ma si presta bene anche per i soggetti planetari. Meccanicamente si presenta molto bene con rifiniture di livello abbastanza alto , un focheggiatore Crayford da 50,8mm. con riduttore da 31,8mm. Una nota di merito la predisposizione per il montaggio di una ventola di raffreddamento sulla culatta dello specchio primario . Lo specchio primario dispone inoltre di un riferimento di collimazione ottica al centro dello stesso, molto utile per collimare o controllare velocemente lo stato di centratura che comunque è arrivato perfettamente collimato e anche dopo diverse sere di utilizzo erano perfetto ; per la regolazione della collimazione del primario sono da menzionare la viti ben fatte e di facile utilizzo. Lo specchio secondario è sostenuto da uno spider con lamelle molto sottili e la regolazione avviene tramite le solite tre viti.
A corredo il tubo è venduto con il cercatore 9X50 a innesto rapido che permette un allineamento velocissimo grazie al sistema a molla delle viti di regolazione e un oculare Plossl 28 mm con campo di cinquantotto gradi con innesto da 50.8 mm. Gli anelli di sostegno e la barra a coda di rondine permettono di montarlo velocemente sulle montature dedicate.
Il tubo, nonostante le dimensioni si può ancora definire trasportabile anche con il suo peso di circa 15 kg con tutti gli accessori montati , quindi ancora adatto per montature classe EQ6.
Ho avuto modo di provare questo telescopio in diverse sere fino ad ora e con diverse condizioni di seeing , rilevando sempre un’ottima impressione.
Sulla Luna la grande dimensione dello specchio regala tantissima luce e di conseguenza immagini molto luminose, io in condizioni di seeing scarso sono riuscito ad arrivare a 320x notando molti dettagli.
Purtroppo in questo periodo è visibile solo Giove , e quindi le mie prove in planetario sono limitate a questo gigante gassoso , ma sempre il grande diametro regala dettagli spettacolari del pianeta , con immagini sempre incise e contrastate , grazie soprattutto alla bassa ostruzione dello specchio secondario , circa il 28%.
Ma dove il 250 si trova a suo agio è sicuramente negli oggetti del cielo profondo , ho osservato diversi oggetti dal M27 , The Dumbbell Nebula , notando benissimo molti dettagli , tra cui la stellina centrale alla nebulosa . M57 , The Ring Nebula , appariva benissimo nella sua classica forma leggermente ovale con un alto contrasto . L’ammasso globulare di M13 risultava poi stupefacente , luminosissimo e risorto in stelle fino al centro. Le osservazioni sono state tutte effettuate da un cielo suburbano , quindi non nelle migliori condizioni per l’osservazione del cielo profondo , e quindi non oso immaginare le immagini che può regalare sotto un cielo buio d limpido di montagna.
Per l’astro fotografia è necessario sicuramente un correttore di coma , problema che affligge tutti i newton a causa delle lavorazioni dello specchio primario , ma ho notato che con questo accessorio il camera CCD o Reflex non raggiungono il fuoco preciso a causa dell’altezza eccessiva del focheggiatore , che è ben realizzato con movimenti molto fluidi , ma non ha il necessari o back focus che permetta di una regolazione precisa del fuoco. Da notare che senza l’uso del correttore è possibile andare a fuoco correttamente sia con una CCD sia con la Reflex , grazie al raccordo fotografico a corredo che si sostituisce al naso da 50.8 e da 31.8 mm e quindi diminuisce l’altezza del focheggiatore. Per ovviare a questo problema sto facendo realizzare ad un mio amico un naso da 50.8 mm a basso profilo che dovrebbe permettermi di utilizzare il correttore di coma e darmi circa 2 cm di back focus.
In conclusione posso assicurarvi che questo 250 Newton è veramente ottimo e nonostante il peso e il problema dal focheggiatore (solo a livello fotografico) , sicuramente consigliatissimo a chi cerca un tubo di grande diametro, ma a prezzi decisamente bassi a patto però di avere una montatura almeno di classe EQ6.

10 commenti:

sin@psy ha detto...

...bella recensione. Sono convinto per l'acquisto, ma l'unico dubbio rimasto è il fatto che lo voglio utilizzare unitamenta ad un correttore di coma + DSLR.

Occorre acquistare quindi un raccordo particolare per raggiungere il fuoco? Dove potrei trovarlo eventualmente?

Astrofedrotto ha detto...

Lo strumento funziona benissimo .. il raccordo fotografico da usare con il correttore di coma lo puoi trovare presso la staroptcs di modena ..
ciaoo

Astrofedrotto ha detto...

scusami , ho scritto male , Staroptics... l'email diretta è :info@staroptics.it

sin@psy ha detto...

..ok! Grazie per le informazioni! ;-)

luigi ha detto...

anch'io vorrei acquistare questo strumento o meglio sono indeciso tra lo skywatcher 250mm ed un c8 s-gt xlt, quale strumento può offrirmi maggiormente soddisfazioni sia in planetario che in deep sky (sia visuale che astrofotografia)???
grazie!

Astrofedrotto ha detto...

Ciao Luigi, sono tutti è due strumenti ottimi, considera che io ho iniziato con un C8.. cmq il N250 è uno strumento adattissimo al deep sky, mentre il C8 è considerato uno strumento universale, con il C8 certamete ti puoi togliere le prime soddisfazioni si in deep sky sia in planetario fotografico e visuale. Per entrabe gli strumenti però è necessaria una montatura adeguata sopratutto in fotografico..per il C8 minimi una HEQ5 , per il N250 una EQ6.
A questo punto dipende da quanto vuoi spendere...

Luigi ha detto...

il c8 l'avrei preso su montatura cg-5 mentre lo SW su EQ6 quindi i prezzi bene o male si equivalgono (1600 euro circa), se si equivalgono anche gli strumenti a questo punto compro il C8 su cg-5 così inizio con fotografia planetaria e poi in futuro per il deep sky prendo una montatura più stabile?

Anonimo ha detto...

io questo riflettore l'ho piazzato su di una eq5!! va bene quasi anche per la fotografia!!!

sin@psy ha detto...

...addirittura per la fotografia! Io con l'EQ6 Pro con un newton da 200mm non riuscivo a fare più di 30 secondi... poi veniva il mosso.

Ale ha detto...

Io ho ordinato il 250 newton skywacher che userò con una EQ6 e dopo aver letto la recensione sul tubo ottico sono ottimista..con questo acquisto ho rimpiazzato un vecchio starfinder 10 che ho usato profiquamente speriamo bene..